“La bambina che voleva leggere e scrivere” di Sabrina Franceschelli: presentazione Biblioteca Molinella (Bo)


Ognuno di noi porta con sè, come tante matrioske, il bambino che era. Sabrina Franceschelli porta con sé una bambina, oggi donna, a cui noi oggi abbiamo dato voce.
“La bambina che voleva leggere e scrivere”
Tiziana Marongiu Tiziana – BellaVista Associazione

Mercoledì 1 febbraio alle ore 20,30, in una serata ad ingresso libero in Biblioteca Comunale “Severino Ferrari” a Molinella (Bo) , si tiene la presentazione della raccolta di poesie “La bambina che voleva leggere e scrivere” di Sabrina Franceschelli, a cura di Tiziana Marongiu dell’associazione BellaVista e Mauro Giordano del Corriere di Bologna, con reading di Alessia Passarelli.

L’Associazione BellaVista ringrazia le numerose persone che, dopo un lavoro durato quasi un anno , con impegno e volontà, hanno contribuito alla realizzazione di questo libro.
Grazie speciale a:
Giacomo Angerillo
Nadia Tatiana Flores Yufra
Per il minuzioso e paziente lavoro di trascrizione

Sabrina Franceschelli nasce a Bologna nel febbraio 1973, è una giovane donna con disabilità psichica ma in possesso di grandi doti letterarie, donna temprata dalla vita, come tante, ma con grande voglia di scoprire, leggere e sapere, una donna che nella scrittura ha trovato una via per esprimere il proprio disagio e la vastità del proprio mondo interiore
Inizia a scrivere nel 1994 l’8 marzo , giorno della Festa della Donna, durante il conflitto nella ex Jugoslavia. Trasforma in pensieri e parole le crude immagini della guerra di donne maltrattate, bambini, deboli e anziani. Emozioni che non potevano più essere domate. Sabrina le raccoglie in un grandi quaderni, che tutti noi oggi abbiamo la fortuna e la gioia di poter condividere con lei attraverso le sue raccolte.
Nel 2007 pubblica la sua prima antologia poetica con l’associazione Anfass.
Inizia nel 2014 il percorso con L’associazione BellaVista con la pubblicazione della raccolta poetica “ Un Cappello di Nuvole e Foglie” da cui è stato tratto l’omonimo spettacolo teatrale con la regia e interpretazione di Alessia Passarelli ( Alessia Passarellii è da anni impegnata nell’ideazione e conduzione di laboratori e produzioni teatrali rivolti a persone con disagio mentale, bambini, adolescenti e persone in condizioni sociali disagiate, sia sul territorio nazionale che in vari progetti di cooperazione internazionale ) andato in scena a Ferrara nel dicembre 2014 e nel 2015.

Sabrina Franceschelli prosegue oggi il suo cammino nella poesia, accompagnata da Tiziana Marongiu dell’Associazione BellaVista con la pubblicazione dell’ultima raccolta poetica “ La Bambina che voleva leggere e scrivere” da cui è tratto l’omonimo spettacolo teatrale, con la regia di Alessia Passarelli, in corso di prove ed in scena nell’autunno del 2017.

 sabrina-franceschinelli_A4 (1)